iter small25.06.13 Sta sorgendo nel Polo della Ricerca Zip – accanto ai laboratori del Consorzio Rfx, del Cnr e della Città della Speranza – un nuovo edificio alto 26 metri e lungo 110 metri destinato allo studio di un prototipo di un iniettore di fasci di neutri (atomi di idrogeno e deuterio) nell'ambito del progetto internazionale a partecipazione italiana ITER (International Thermonuclear Experimental Reactor). Tre di questi impianti, aventi le dimensioni di circa 15x5x5m, saranno poi installati nel reattore sperimentale da 500 MW che è in costruzione a Cadarache, nel Sud della Francia, al fine di riscaldare un plasma di deuterio e trizio fino a fargli raggiungere la potenza di fusione che è dell'ordine di un centinaio di milioni di gradi. Si tratta insomma di riuscire a riprodurre e controllare la stessa reazione che genera l'energia del Sole e di tutte le altre stelle. Se Iter funzionasse l’umanità compierebbe un passo avanti incredibile, finalmente svincolata da tutti i problemi derivanti dal petrolio o dalle scorie radioattive prodotte dalle attuali centrali a fissione. Il progetto che conta su un budget di circa 15 miliardi di euro è seguito da un consorzio internazionale composto da Unione europea, Russia, Cina, Giappone, Stati Uniti d'America, India e Corea del Sud. La scelta di Padova per lo studio degli iniettori è stata motivata dalle competenze già presenti presso i laboratori del Consorzio Rfx, Cnr, Enea, Università e Infn di Legnaro, ma nei circa 7 mila mq del nuovo edificio – per il quale è previsto un investimento di circa 100 milioni di euro – saranno ospitati anche una settantina di ricercatori provenienti da tutto il mondo.

macefConcluso ieri a Mosca il Macef International Home Show 2013 dedicato ai settori tavola, cucina e argenteria per la casa; tessile e decorazioni; regalo, cartoleria, giocattolo e artigianato. Un evento al quale hanno partecipato anche visitatori asiatici o provenienti dalla Comunità degli stati indipendenti. Presenti tra gli oltre cento espositori pure una decina di aziende coordinate da Forexport, il consorzio padovano per l’internazionalizzazione delle imprese che fa capo alla Confederazione nazionale dell'artigianato. In rappresentanza del Centro Grossisti Padova, che ha sede in Zip, è intervenuta anche una delegazione guidata da Stefania Brogin, imprenditrice del settore tessile abbigliamento (ModaCleb4 srl) e presidente del Comitato per l’imprenditoria femminile della Camera di commercio di Padova. «L’ internazionalizzazione - ha dichiarato - è un'importante strategia di crescita per le nostre imprese che non riescono più sopravvivere col solo mercato interno. Si tratta di un processo molto impegnativo che richiede competenze, investimenti e risorse anche pubbliche». Il mercato russo è il settimo paese di destinazione delle esportazioni padovane. Nella foto, da sn: l'inviato Rai Giovanni Masotti, l’assessore regionale pugliese allo Sviluppo economico Loredana Capone e Stefania Brogin.

Centri estiviCentri estivi09.05.13 Dal 1° luglio (per la scuola dell’infanzia) e dal 1° agosto (per la sezione nido) fino al 31 agosto, Codess Sociale che gestisce il Centro d'Infanzia Zip di via Perù organizza Centri Estivi per bambine e bambini. I piccoli ospiti avranno la possibilità di trascorrere il loro tempo svolgendo giochi liberi o con l’acqua nella piscina esterna, nel pieno rispetto delle routine e dei ritmi individuali di ciascuno. Due volte alla settimana saranno anche impegnati ad esplorare diversi canali artistico espressivi, sotto la guida di educatrici che hanno frequentato un apposito corso di formazione per partecipare alla Biennale d’arte del Bambino. Per la scuola dell’Infanzia Codess propone anche un corso di inglese – in collaborazione con International School of Venicedi 2 ore giornaliere dall’1 al 12 luglio, con insegnante madrelingua che avvicinerà i bambini in modo divertente ed istruttivo all’apprendimento di base. L’iscrizione per i bambini già frequentanti il Centro va presentata entro il 25 maggio, per i nuovi iscritti entro il 29 giugno [>> ulteriori informazioni].
Anche con queste iniziative il Consorzio Zip continua a dotare la Zona industriale di Padova di servizi molto diversificati al fine di agevolare le attività delle aziende che vi operano e di favorire nuovi insediamenti produttivi. Un impegno che in definitiva si traduce pure in salvaguardia degli investimenti immobiliari fatti nell'area dai singoli imprenditori. Al di là delle canoniche manutenzione delle strade, delle varie reti tecnologiche, delle insegne e del verde, da alcuni anni – come è ormai noto – il Consorzio ha realizzato infatti infrastrutture destinate ad agevolare i genitori che lavorano in Zip. I bambini dai 3 mesi ai 6 anni di età trovano accoglienza nel Centro d'Infanzia di via Perù che si configura come un asilo nido e scuola materna con orari particolarmente flessibili e con possibilità di inserimento in ogni periodo dell'anno. I ragazzi delle scuole elementari e medie possono invece frequentare il Parco delle energie rinnovabili Fenice, in lungargine Rovetta, creato dal Consorzio Zip in collaborazione con gli scout del gruppo Cngei. Qui, in forme anche ludiche, essi vengono coinvolti in diverse attività formative sull'ecosostenibilità e il risparmio energetico.

EU e-Privacy Directive

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per garantire una esperienza di navigazione ottimale. Se vuoi saperne di più, negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi l'informativa sui cookies. Cliccando su - Accetta - consenti all’uso dei cookie. Se non vuoi che vengano utilizzati cookies, clicca su - Rifiuta -.

Hai rifiutato l'uso dei cookies. Potrai rivedere questa decisione in seguito.

Hai accettato l'uso dei cookies. Potrai rivedere questa tua decisione in seguito.