Dirigente responsabile: Ing. Raffaele Cardinale

I rapporti e la scelta dei soggetti appaltatori dei lavori, dei servizi e delle forniture del Consorzio sono regolati da disposizioni, principi e criteri propri degli enti aventi natura pubblica, ai quali il Consorzio si conforma. In particolare per quanto riguarda i lavori, lo scopo è quello di assicurare che le imprese esecutrici dei lavori appaltati dal Consorzio siano in possesso dei requisiti necessari per garantire la buona realizzazione delle opere, secondo procedure improntate a tempestività, trasparenza, correttezza e libera concorrenza tra le imprese. I soggetti esecutori devono essere qualificati ed improntare la loro attività ai principi della qualità e della professionalità. Per la gestione degli appalti di lavori, servizi e forniture, il Consorzio si richiama al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 e alle Linee Guida dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC).

Gli ultimi aggiornamenti normativi che il Consorzio ha recepito sono il decreto legislativo 19 aprile 2017, 56 "Disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50" pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 103 del 5 maggio 2017 e la legge 21 giugno 2017, n. 96 relativamente alle modifiche al codice dei contratti pubblici e alle competenze dell'ANAC. 

Procedure

Il Consorzio affida gli appalti dei lavori:

- mediante procedure aperte ordinarie (art. 60 D.Lgs n. 50/2016) per i lavori di importo pari o superiore a 1.000.000 di euro;

- mediante procedure negoziate di cui all’art. 63 D.Lgs n. 50/2016 per i lavori di importo pari o superiore a 150.000 euro e inferiore a 1.000.000 di euro previa consultazione di almeno quindici operatori economici, ove esistenti, individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti;

- mediante procedure negoziate per i lavori di importo pari o superiore a 40.000 euro e inferiore a 150.000 di euro previa consultazione di almeno dieci

operatori economici, ove esistenti, individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti;

- mediante affidamento diretto per i lavori di importo inferiore ai 40.000 euro, adeguatamente motivato, o per i lavori in amministrazione diretta, previa consultazione di almeno due operatori economici, ove esistenti, individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti. 

Per i contratti di forniture e servizi sopra la soglia di cui all’art. 35 D.Lgs n. 50/2016 si utilizzano procedure aperte ai sensi dell’art. 60 D.Lgs n. 50/2016.

Per i contratti di forniture e servizi sotto la soglia di cui all’art. 35 D.Lgs n. 50/2016 si utilizzano procedure negoziate previa consultazione di almeno cinque operatori economici, ove esistenti, individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi di operatori economici, nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti.

Il responsabile unico del procedimento è individuato dal Consorzio, secondo un criterio di rotazione dell'incarico, nel primo atto relativo ad ogni procedura e nel rispetto dei requisiti di professionalità di cui all'art. 4.2 della Linea Guida ANAC n. 3.  

La procedura aperta avviene mediante pubblicazione di un bando di gara che prevede un disciplinare che costituisce parte integrante del bando stesso.

La procedura negoziata avviene mediante lettera d'invito ad operatori economici che abbiano presentato apposita domanda al Consorzio o che risultino già iscritti nell'elenco dei fornitori. A tale scopo il Consorzio istituisce elenchi di fornitori distinti per tipologia di opere, servizi o forniture. Ciascun operatore può chiedere di essere iscritto nell'elenco corrispondente alla propria attività e l'iscrizione, subordinata alla verifica dei requisiti soggettivi generali e speciali. Per l'individuazione degli operatori da invitare il RUP ha la facoltà di procedere anche ad un'indagine di mercato secondo il Regolamento del Consorzio o di procedere attingendo all'elenco fornitori di altre stazioni appaltanti. Il Consorzio si riserva altresì di procedere mediante sorteggio tra gli operatori individuati ai sensi dei paragrafi precedenti. La lettera di invito contiene le modalità per la partecipazione alla gara ai sensi dell'art. 4.2.6 della Linea Guida ANAC n. 4.

Nelle procedure di aggiudicazione, limitatamente ai casi di aggiudicazione con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo la valutazione delle offerte dal punto di vista tecnico ed economico è affidata ad una commissione giudicatrice che fino alla adozione della disciplina in materia di iscrizione all’Albo di cui all’art. 78 del D. Lgs 50/2016 è nominata dal Consiglio di Amministrazione secondo regole di competenza e trasparenza preventivamente individuate ai sensi dell’art. 216, comma 12, del Decreto. La commissione è costituta da un numero dispari di commissari, non superiore a cinque.

Il Consorzio in caso di affidamento di contratti di importo pari o inferiore alla soglia di 1.000.000 di euro, di cui al comma 4 dell'articolo 95 del D.Lgs 50/2016, utilizza il criterio del minor prezzo.

La programmazione dei lavori avviene sulla base del PIANO TRIENNALE APPALTI 2018-2020 [.pdf 13 kb] (art. 21 d.lgs 50/2016) e dei suoi aggiornamenti annuali che vengono predisposti e approvati unitamente all'elenco annuale dei lavori.

Vai alla sezione Gare in corso

Vai alla sezione Esiti di Gara